19 nov 2012

pillole del sapere o supposte del sapere?

La trasmissione “Report” andata in onda domenica sera 18 novembre 2012 era dedicata alle vicende della Banca Popolare di Milano. Tra i tanti episodi raccontati, merita attenzione la vicenda degli appalti pilotati al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.
La storia: una commissione del Ministero elargisce, attraverso la Consip e banche compiacenti finanziamenti a privati (circa 730 mila euro, contratto senza gara d’appalto) per acquistare 12 “pillole del sapere”. Sono spot della durata di 3 minuti realizzati con l’intento di aiutare il mondo della scuola nella costruzione e nella gestione delle lezioni in classe. I video, destinati alle scuole elementari e delle scuole medie (dai 6 ai 14 anni), sono suddivisi, per ciascun livello scolastico, in 10 materie.
Tra le pillole, ha colpito l’immaginazione di tutti quella del semaforo [guarda].
Dunque, se da una parte la scuola viene privata di risorse ed è falcidiata dai tagli, dall’altra il Ministero dell’Istruzione è in grado di elargire soldi pubblici attraverso un sistema affaristico che ruota attorno a commissioni ministeriali, Consip, banche amiche, amici degli amici per acquistare quelle che ormai tutti hanno ribattezzato le “supposte del sapere”.
E’  di queste ore la notizia delle inchieste aperte dalla Procura di Roma e dalla Guardia di Finanza.

Il video dalla trasmissione Report "La Banca degli Amici" trasmessa il 18 nov 2012 da Rai3:
[guarda] (dal minuto 19:52).

2 commenti:

quinto potere ha detto...

22 novembre 2012
Comunicato Stampa ''Pillole del Sapere'' – L’anticipazione
Anticipiamo a titolo esemplificativo la pubblicazione di uno dei prodotti acquistati su CONSIP
di Indire

A seguito della trasmissione "Report" dello scorso 18 novembre, e anche in risposta alle richieste pervenute, anticipiamo, a solo titolo esemplificativo, la pubblicazione di uno dei prodotti acquistati su CONSIP sulla base delle tematiche individuate dal gruppo di lavoro costituito dal MIUR.
Sarà così possibile verificare che si tratta di materiale originale realizzato sulla base di una sceneggiatura pensata per rispondere sia ad esigenze di natura informativa/divulgativa sia di carattere didattico/formativo sui temi di Educazione ambientale, Educazione alimentare/salute ed Educazione stradale.

Nel filmato è contenuta anche l’animazione grafica che ha lo scopo di riproporre un promemoria riepilogativo sui concetti chiave del tema trattato.
A ogni filmato è correlato un Laboratorio di proposte didattiche adeguate rispetto al livello scolastico di riferimento.
Il materiale sopradescritto, insieme a quello frutto delle esperienze didattiche su tali tematiche sviluppato dalle scuole stesse, per un totale di 50 prodotti audiovisivi e/o multimediali, sarà inserito in una Libreria Digitale online disponibile entro l’anno.

http://www.indire.it/alert/

HoSmarritoLaSperanza ha detto...

"il semaforo" è forse il video che meglio esprime le competenze del committente: PROSSIME ALLA MERDACCIA