07 mag 2014

no all’operazione invalsi dell'associazione nazionale "per la scuola della repubblica"

L'Associazione Nazionale "Per la Scuola della Repubblica" ribadisce il proprio totale dissenso nei confronti dell'operazione Invalsi, frutto di una visione economicista e antipedagogica della valutazione. Le obiezioni nel merito (i test a risposta multipla non misurano conoscenze e competenze significative; l'abuso dei test riduce l'attività didattica a mero addestramento), le critiche nel metodo (finalizzazione alla valutazione degli insegnanti, confermato dalla proposta - ribadita dal ministro - di formazione obbligatoria dei docenti i cui studenti non abbiano conseguito risultati sufficienti nei test; ambiguità di fondamento normativo, sconfinante nella prevaricazione del principio costituzionale della libertà di insegnamento e della titolarità del collegio dei docenti della materia didattica) non hanno mai ricevuto alcun tipo di ascolto né di semplice attenzione da parte dei ministri che si sono avvicendati negli ultimi anni; prova del fatto che l'intera partita Invalsi nulla ha a che fare con la valutazione degli apprendimenti finalizzata ad interventi migliorativi sul sistema (di cui, dopo anni di prove non esiste alcuna traccia) ma esclusivamente ad una visione retrivamente meritocratica che accompagni l'intera procedura di valutazione contemplata anche nel regolamento del SNV, vocata ad ulteriori restringimenti dei posti di lavoro e limitazione degli spazi della democrazia scolastica e della libertà di insegnamento,
La nostra solidarietà va a tutti i lavoratori che, per testimoniare il proprio inascoltato dissenso, sono ricorsi e ricorreranno allo sciopero.

Roma, 7 maggio 2014
“Per la Scuola della Repubblica”
 

Soggetto qualificato alla formazione Decreto MIUR 5.7.2013
Tel. 06 3337437 –– telefax 06 3723742
Via Oslavia 39 F - Roma
e-mail scuolarep@tin.it
sito www.scuolaecostituzione.it

Nessun commento: