09 feb 2014

dal bonus libri al bonus librai

Ricordate il “bonus libri”, ovvero la possibilità dei lettori di godere di agevolazioni fiscali a seguito dell’acquisto di libri [clicca qui]?
Bene, il governo, scoperto di non avere sufficiente copertura finanziaria, ha trasformato il “bonus libri” in “bonus librai”. A godere delle agevolazioni saranno quindi gli «esercizi commerciali che effettuano la vendita di libri al dettaglio».
Inoltre, per gli studenti delle scuole superiori, sia pubbliche che parificate, con un reddito familiare sotto i 25 mila euro, viene introdotto un buono lettura. Il buono sarà solo per l'acquisto di libri di lettura (anche in formato digitale) come romanzi e saggi ma non per testi scolastici. L'ammontare del singolo voucher sarà sulla base della popolazione studentesca dell'anno 2014-2015. Presentando il ticket timbrato e numerato che riceveranno dai presidi, i beneficiari potranno ottenere uno sconto del 19% sull'acquisto di libri di lettura, ma solo presso gli esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa e che hanno chiesto di usufruire del credito d'imposta del 19 per cento.
Il testo approvato dalla Camera dei Deputati e che dovrà essere approvato dal Senato della Repubblica [clicca qui]

Nessun commento: