03 mag 2015

le consultazioni per un progetto di alimentazione alimentare

Cari genitori
Vi giriamo l'email che abbiamo inviato alle persone che hanno partecipato nel 2011 al Ricorso al TAR perché rimane un residuo dei soldi (6.300 euro) raccolti in quella occasione (in tutto 13.000 euro) che si trovano sul c.c. di Anna Santoiemma e che la maggioranza della Rappresentanza cittadina vorrebbe destinare ad un progetto di educazione alimentare da realizzarsi nel prossimo anno scolastico con dei laboratori per i bambini presso Cascina Rosa oppure all'interno delle scuole che si candidano x avere il laboratorio presso la propria sede. Il progetto verrà sviluppato dopo aver sentito i ricorrenti. 
Qui sotto l'email con la quale apriamo la consultazione.
Carissimi,
abbiamo deciso di scrivervi perchè, come forse saprete, la Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa (RCCM) attualmente in carica e' in scadenza: a breve, ci saranno nuove elezioni e noi sentiamo il dovere morale di cercare di chiudere alcune partite ancora aperte. 
A questo proposito, in quanto firmatari del ricorso al TAR contro Milano Ristorazione (oramai chiuso), riteniamo opportuno informarvi di alcune questioni. Sapete bene che nel 2010 l'allora coordinamento delle CM decise di lanciare una diffida ad adempiere nei confronti di MIRI, per indurre la societa' a sanare le numerosissime inadempienze e discrepanze rispetto al contratto di servizio allora in vigore. Dato che con la diffida non fu possibile portare a casa il risultato sperato, nel corso dell'assemblea cittadina dell'aprile 2011 si decise di procedere con il ricorso al TAR e fu anche lanciata una raccolta fondi, poi proseguita nelle scuole.
Non avendo noi alcuna personalita' giuridica e non potendo dunque aprire un conto corrente a nome delle commissioni mensa, tutto il denaro raccolto (che ammontava a circa 13.000 euro) venne fatto confluire in un conto aperto ad hoc da parte di Anna Santoiemma, allora componente  del coordinamento e poi della RCCM, che figura anche come prima firmataria del ricorso.
Dopo aver sostenuto tutte le spese legali relative a questa azione, il fondo ammonta a tutt'oggi a circa 6.300 euro.
Come ben sapete, oramai l'azione si e' conclusa e noi riteniamo che di questo fondo si debba rendere conto pubblicamente e soprattutto si debba trovare un impiego adeguato e trasparente per questi denari. Diventa praticamente impossibile chiedere un parere alle scuole che all'epoca versarono i loro contributi, innanzitutto perche' e' impossibile ricostruire oggi di chi si trattasse e in secondo luogo perche' sono passati molti anni e riteniamo che le persone siano spesso cambiate e quindi diventa ancor piu' arduo rintracciarle.
Quel fondo era stato pensato per supportare l'azione dei "temerari" firmatari del ricorso e messo nella loro disponibilità, pertanto abbiamo pensato che anche voi dobbiate essere informati del destino di quel denaro. In ogni caso, riteniamo che la decisione debba essere presa rapidamente e concretamente, perche' e' gia' trascorso molto tempo.
La nostra idea e' che il denaro debba essere speso per progetti legati al tema dell'alimentazione e piu' nello specifico, se fosse possibile, al tema della ristorazione scolastica o comunque dell'educazione alimentare. In particolare, la RCCM vorrebbe finanziare con questi fondi una serie di laboratori aperti ai bambini a cura del Prof. Berrino, riferimento in Italia e a livello internazionale per un'informazione indipendente e scientifica sulla relazione tra alimentazione e salute, con l’obiettivo di insegnare ai bambini e ai ragazzi di Milano a
- riconoscere gli alimenti sani da quelli a rischio 
- privilegiare gli alimenti semplici e genuini
- conoscere i cibi a partire dalla loro origine e per le proprietà che hanno
- imparare a leggere le etichette e a scegliere o scartare gli alimenti in base alla tipologia di ingredienti
Ci auguriamo vivamente che vogliate accogliere la nostra proposta positivamente e condividere con noi la scelta dì destinare tali fondi per il suddetto progetto di educazione alimentare che pensiamo possa essere aperto a tutti i bambini di Milano e realizzarsi con dei laboratori che potrebbero tenersi presso Cascina Rosa. Questo per noi potrebbe essere il miglior modo per passare il testimone alla nuova RCCM partendo da un progetto concreto da realizzare nel prossimo anno scolastico.
Rimaniamo in attesa di un vostro cortese riscontro in merito a quanto in oggetto entro questa domenica così da poter consegnare alla nuova RCCM un'idea di progetto da sviluppare nel corso del loro mandato.

Un caro saluto,
Claudia Paltrinieri
per conto della Rappresentanza Cittadina delle commissioni mensa di Milano

Nessun commento: